Bollettino Conferenza dei Comitati Consultivi

FORMAZIONE AL VIA E RILANCIO DEI RAPPORTI ISTITUZIONALI
Segnali di primavera
Le riunioni in Assessorato, DASOE – Cefpas – CCA – Uffici Formazione ASP e l’indomani della Conferenza dei Presidenti dei CCA culminata con l’incontro con l’Assessore della Salute, hanno conseguito risultati concreti. L’articolo a fianco ne anticipa alcuni.
Il clima di lavoro è stato positivo e all’altezza delle attese per favorire migliori condizioni di effettività delle pratiche di democrazia partecipativa nelle politiche di tutela della salute, come analizzato nell’editoriale uscito a febbraio scorso.
Dove stanno i segnali di primavera? Nella possibilità di sviluppare la competenza nell’esercizio dell’empowerment attraverso la formazione. Nel numero crescente dei Riferimenti Civici della Salute accreditati, finora 682 distribuiti in 170 Comuni, che, appositamente formati ed organizzati, potranno sussidiare le Istituzioni nelle prevenzione, educazione a migliore stile di vita e salvaguardia ambientale, come già previsto nell’Asp di Catania, e come progettato nel recente incontro con il Dirigente generale del Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione.  Nel rafforzamento della collaborazione col management aziendale che il programmato confronto dei Presidenti CCA con i Direttori Generali potrà comportare nell’interesse del SSR, auspice l’Assessore della Salute.

Certo l’azione dei Comitati Consultivi Aziendali avanza alla maniera delle carovane nei rally: salite, avvallamenti, discese ripide, massi e botole da scansare. Ma procede avanti perché buono è l’impianto della normativa in Sicilia, necessario è il contributo dei cittadini al miglioramento del Sistema Salute, più forte è la resilienza a certa voglia umana di distruggere anziché solidarizzare. Infine, per chi è credente davvero, perché “la Provvidenza si alza sempre un’ora prima dell’alba”.

 

Assemblea dei CCA e incontro con l’Assessore Razza

Si è riunita a Palermo, presso l’Assessorato della Salute, la Conferenza Regionale dei Comitati Consultivi Aziendali con la partecipazione di quasi tutti (14) i Presidenti dei CCA delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere siciliane.  Il Coordinatore regionale Pieremilio Vasta ha aperto la discussione procedendo alla valutazione delle maggiori problematiche di rilevante ed attuale interesse comune previste all’ordine del giorno, anche in funzione del confronto con l’Assessore Regionale alla Salute, avv. Razza,  che aveva convocato la Conferenza sulla pianificazione sanitaria ed a cui si è voluto rappresentare un quadro di compartecipazione alla gestione su punti significativi della politica sanitaria regionale.
La partecipazione attiva dei presenti è stata favorita dalle comunicazioni del Presidente Vasta che ha richiesto una breve relazione ai singoli Presidenti, sia sulla situazione dei CCA rappresentati (che ha messo in luce alcune criticità operative) sia sui Piani Aziendali di Miglioramento dell’Umanizzazione, con l’intento di verificare lo stato dei relativi processi e l’impegno per azioni più efficaci di monitoraggio in materia da parte dei CCA.
Successivamente, è stata informata l’assemblea sul Programma di Formazione dei Riferimenti Civici della Salute e dei Componenti dei CCA: delineate le modalità di attuazione durante un incontro tenutosi presso il DASOE – Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico – con i responsabili degli Uffici di Formazione delle Aziende Sanitarie e il coordinamento del Cefpas, è ora imminente l’apertura delle iscrizioni: il corso si articolerà in 6 moduli da 4 ore ciascuno, una volta la settimana (24 ore). I presidenti sono stati invitati a diffondere la comunicazione dell’apertura delle iscrizioni e a trasmettere entro il 20 marzo le adesioni pervenute.
Di seguito si è affrontata la situazione in Sicilia delle liste di attesa convenendo che nel Piano Regionale di Governo delle Liste d’Attesa siano indicati i Comitati Consultivi Aziendali per il monitoraggio dei Programmi Attuativi Aziendali. Particolare, poi, l’attenzione dei partecipanti sulla situazione dei Pronto Soccorso negli ospedali siciliani e sul coinvolgimento dei CCA nel Piano Gestione Sovraffollamento Pronto Soccorso. In proposito è emerso che pochissimi CCA sono risultati coinvolti in detta gestione essendo, invece, la maggior parte di essi lasciati dalle ignari del piano aziendale approntato dalle Aziende di riferimento. Ciò contrariamente a quanto previsto dallo stesso Piano regionale che indica i CCA nel coinvolgimento attivo del volontariato a supporto dell’accoglienza dei familiari degli utenti del servizio di emergenza.
L’Assemblea è stata chiamata, infine, a discutere la Piattaforma di confronto con l’Assessore alla Salute, la cui bozza è stata presentata dal Presidente Vasta in vista dell’incontro già programmato per il pomeriggio. Il confronto fra i partecipanti è stato ricco di spunti apprezzabili che, nell’unanime condivisione del documento, hanno favorito anche il clima dell’incontro e la concorde partecipazione di tutti alla discussione con l’Assessore Razza. Questi ha così potuto prendere atto delle importanti  attività svolte dai CCA, su cui ciascun Presidente ha avuto modo di riferire, almeno quelle di maggiore rilievo.
E’ emerso anche lo spirito di assoluta collaborazione operativa che caratterizza in prevalenza il rapporto CCA-Aziende nonché le criticità di relazione e supporto che insistono in alcune Aziende. L’Assessore Razza, che ha chiesto esplicitamente lo stato di comunicazione con i Commissari insediati di recente, non ha mancato di commentare gli argomenti della piattaforma. Ha condiviso l’interesse di sviluppare la Rete Civica della Salute e di valorizzarne le attività nel nuovo piano di comunicazione dell’Assessorato. Ha apprezzato l’apporto dei CCA  nei Pronti Soccorso, dove sono stati coinvolti. Ha approvato la richiesta d’integrare i CCA nella pianificazione sanitaria regionale ed aziendale, ex ante per non ridurre i pareri a meri adempimenti formali, e di attuare la partecipazione dei Presidenti nei Collegi di Direzione Aziendale.
Ha  sostanzialmente accolto obiettivi e proposte presentate dalla Conferenza dei CCA, concludendo con l’impegno per un incontro congiunto Assessore – Direttori Generali – Presidenti Comitati Consultivi da tenersi presumibilmente ad Aprile, subito dopo due giorni di confronto intensivo Assessore – Direttori Generali, programmati per il 30 e 31 marzo. Questo incontro dei vertici della Sanità regionale con la Conferenza regionale  servirà a rafforzare la considerazione ed il ruolo dei CCA presso le Aziende Sanitarie e favorirà certamente l’azione dei componenti i CCA. La disponibilità e gli accenti usati dall’Assessore fanno sperare che l’incontro abbia avviato un diverso, più positivo percorso dei rapporti tra i protagonisti dell’odierno confronto, al fine di più efficaci risultati delle azioni di tutela degli utenti del SSR.

Attività Comitati

CC AO “Garibaldi” di Catania
Patrizia Cavallaro e Rocco Nicolosi sono stati eletti rispettivamente Presidente e Vice presidente del CCA dell’Azienda Garibaldi.

All’insediamento del Comitato era presente il Commissario Straordinario Fabrizio De Nicola che ha dato il benvenuto, insieme a Francesco Santocono, Responsabile U.O.S. “Comunicazione Informazione” dell’Azienda, cedendo poi la parola la parola a Pieremilio Vasta, Presidente della conferenza dei CCA.

Completato l’insediamento delle associazioni che avevano presentato domanda di partecipazione, si è proceduto con la votazione alla carica di Presidente e Vicepresidente.
Gli avvocati A. M. Patrizia Cavallaro (Presidente MARIS Onlus – Associazione malattie reumatiche infantili) e Luigi Randazzo (delegato O.B.S. – Osservatorio Buna Sanità) hanno presentato le loro candidature per la carica di Presidente.
Ultimato lo spoglio, è stata riconfermata come Presidente  Patriza Cavallaro, Vicepresidente è stato eletto Rocco Nicolosi.

CC ASP di Trapani
Giovanni Cimino è il nuovo presidente del Comitato Consultivo Aziendale dell’Azienda Sanitaria provinciale di Trapani. Cimino, dell’Associazione “P.A. Paceco Soccorso ONLUS”, è stato eletto nel corso della seduta per il rinnovo del triennio 2019-2021, che si è svolta ieri alla Cittadella della Salute, a Trapani.

Con la carica di Vicepresidente è stato nominato Liberale Aldo Scialabba dell’Associazione “AVO di Marsala – Suor Luisangela Silvestri”.

L’incontro è stato presieduto dal Commissario straordinario dell’Asp9, Fabio Damiani, e organizzato dalla Responsabile ad interim U.O.S. Comunicazione Istituzionale e URP, Antonella La Commare. Erano presenti 34 Associazioni su 37.

 

CC AO “Papardo” di Messina
Il presidente del CCA dell’A.O.Papardo, il vice presidente ed il referente del gruppo di lavoro “Infezione Ospedaliere” sono stati ricevuti a gennaio dal neo Commissario dott. Paino,insediatosi in prossimità del Natale, cui hanno illustrato il ruolo che il Comitato ha svolto in azienda negli anni dalla propria costituzione ed i principali obiettivi raggiunti (attivazione di un Box Office per l’accoglienza utenti, del Comitato Vigilanza Vitto, del Comitato Buon Uso del Sangue, del Comitato rischio Clinico e, nel 2016,  del Comitato infezioni Ospedaliere). In particolare, ha sottolineato la rilevanza dell’avvio dell’attività di prevenzione dei rischi infettivi nosocomiali e come occorra monitorare il comportamento delle varie UU.OO. in materia ed attuare formazione continua  di tutti gli operatori interessati. Il Commissario ha successivamente autorizzato il richiesto incontro tra il gruppo di lavoro “infezioni Ospedaliere” ed i responsabili del Gruppo Operativo aziendale per le Inf. Osped., al fine di acquisire la conoscenza delle attività avviate ed eventualmente concordare forme di collaborazione (segnalazioni criticità, informazione agli utenti attraverso l’utilizzo in ambito provinciale della Rete Civica della Salute ed all’interno dell’ospedale e diverse altre attività possibili)
Non si è trascurato, inoltre, di accennare alla  programmazione delle attività principali che il C.C.A.ha in corso di definizione e che proporrà nella nuova stesura del “Patto con i Cittadini”.
Successivamente, il 12 febbraio il Commissario ha voluto presenziare alla prima assemblea annuale del C.C.A. , esprimendo l’apprezzamento per la proficua azione di collaborazione che il C.C.A. ha svolto nel tempo e la certezza che continuerà anche per il periodo della propria gestione aziendale.
Mella prima decade di marzo il C.C.A. sarà chiamato ad approvare la bozza di programma preparato dal presidente (che ha chiamato tutti alla collaborazione) ed a presentarla al Commissario, puntando ad averne l’approvazione formale entro il corrente mese di marzo.(Enzo Terzi)